Sandro e Davide Ubaldi "ELettrica Ubaldi"- Responsabili Impianti Elettrici

CONSIGLI UTILI

Evitare l’acquisto di materiale elettrico sprovvisto di marchio CE o IMQ

Provare mensilmente gli interruttori differenziali con l'apposito tasto di "test", controllare che il momentaneo black-out non abbia provocato danno o pericolo.
Se l'interruttore “scatta” correttamente riarmalo e ricordarsi di provare in seguito. 
Se invece l'interruttore non “scatta” chiamare subito l’elettricista per il controllo e la sostituzione.

Collegare alle prese multiple solo apparecchi che non scaldano, usare una sola presa multipla per volta, se le prese o le spine sono danneggiate anche lievemente, non utilizzarle.

Far scaricare completamente le batterie delle lampade di emergenza, per poi ricaricarle completamente, così facendo si aumenta il tempo di vita delle stesse  


 

F . A . Q .

Che cos’é  il SALVAVITA e come funziona ?

Il SALVAVITA è un interruttore fondamentale per la realizzazione di un impianto a regola d'arte, e' formato dall'insieme di un interruttore automatico differenziale e da un interruttore automatico magnetotermico che nell’insieme costituiscono la salvaguardia sia della casa in caso di incendio provocato dalla corrente,  che delle persone  in caso di contatto accidentale diretto o indiretto.

Le possibilità che il salvavita scatti sono :

1.       Per DISPERSIONE: la corrente che entra deve essere uguale a quella che esce, ad esempio nel caso in cui veniamo a contatto con un filo, la corrente dovrebbe disperdersi nel nostro corpo ma in una frazione di tempo molto breve perché il salvavita sentendo una differenza tra le due correnti (di entrata e di uscita) interviene.

2.       Per CORTO CIRCUITO in caso di guasto dell'impianto : quando vengono a contatto i fili dove passa la corrente.

3.       Per SOVRACCARICO quando il consumo di energia è elevato rispetto alla taratura del salvavita.


Perché prendo la scossa quando tocco gli elettrodomestici ?

Le possibilità di prendere la scossa possono essere svariate, di solito sono dovute nei casi di mal funzionamento o dell'elettrodomestico o dell'impianto di terra, premesso che questi esistano, nel caso in cui si tocca la carcassa dell'elettrodomestico ( in funzione ) con le mani bagnate o a piedi nudi quindi con una tendenza ad essere male isolati dando modo alla corrente di attraversare il nostro corpo anziché scaricare a terra.

Per far si di evitare tali inconvenienti, sia per questi casi che per altri, è obbligatorio per Legge e fondamentale per la sicurezza l'utilizzo dell' interruttore differenziale o salvavita che impedisce di prendere la scossa.


Chi mi dà la sicurezza dell'impianto ?

La Legge che garantisce la sicurezza dell'impianto è la n°46 del 1990 entrata in vigore il 13/03/1990. Stabilisce che il professionista essendo tale cioè iscritto alla Camera di Commercio o all'albo provinciale delle imprese artigiane relativi agli impianti elettrici, al termine dei lavori di installazione, ampliamento, trasformazione o manutenzione straordinaria, deve obbligatoriamente rilasciare la Dichiarazione di conformità, la quale dovrà contenere:

1.       Il numero della partita  I.V.A. dell'impresa

2.       Il numero di iscrizione alla Camera di Commercio

3.       La relazione contenente la tipologia sia del lavoro svolto che dei materiali impiegati, e dove è necessario, il progetto

4.       La dichiarazione di conformità che l'impianto è stato realizzato a "regola d'arte" utilizzando materiali costruiti  a "regola d'arte" e conformi alle norme UNI, CEI e CEM.


Che cos’è la “messa a terra”?

Il nostro corpo è un discreto conduttore di elettricità ciò significa che non si oppone al passaggio della corrente.

Gli effetti che questa corrente può avere sul nostro organismo sono numerosi, ustioni, paralisi e allo stato più grave la morte.

Per evitare tali incidenti basta osservare alcune precauzioni, come la realizzazione dell'impianto di messa a terra cioè la connessione al suolo tramite un filo di colore GIALLO-VERDE (naturalmente di sezione conosciuta dal realizzatore) delle apparecchiature elettriche come, scaldabagno, lavatrice, forno elettrico, e qualunque oggetto metallico in tensione.

La funzione di questo filo è facile da capire: se, per qualsiasi motivo, dovesse verificarsi un contatto tra la rete elettrica e l'involucro metallico dell'apparecchio, la corrente troverà nel filo GIALLO-VERDE la via più facile da seguire e si disperderà al suolo senza far danno alle persone.

P.S.: L'importanza dell'impianto di terra ai fini legislativi ma soprattutto ai fini della sicurezza, si completa con l'installazione dell'interruttore differenziale (o salvavita) essenziale in un impianto elettrico.

 

L’Elettrica Ubaldi dispone di un particolare strumento dell’HT Italia con il quale è in grado di effettuare tutte le prove di intervento dei differenziali, di terra, di corto circuito e dispersioni.  


[Torna alla pagina precedente]

Ultima modifica: giovedì 05 febbraio 2004